MATRIMONIO 2.0:BASTA LA CONNESSIONE WI-FI

L’amore ai tempi del web. Chi lo ha detto che per essere validamente sposati è necessario essere ambedue nello stesso luogo? E’ successo per davvero: nozze celebrate via web, lei italiana, lui pakistano.L ’atto di matrimonio è stato ufficializzato in Pakistan e la donna, ne ha chiesto la regolare trascrizione in Italia. Scalpore, clamore, interesse e…ovviamente non pochi problemi. Ci ha pensato la Corte di Cassazione a dare l’ok negato dapprima dal Tribunale e poi dal Ministero dell’Interno. Perchè?

Semplice:le nozze sono valide secondo la legge pakistana e, quindi, anche per l’ordinamento italiano. Peraltro, va tenuto presente, sempre secondo i giudici, che la cittadina italiana aveva prestato il proprio consenso al matrimonio per via telematica, alla presenza di due testimoni e lo sposo era presente alle celebrazione, officiata dall’autorità pakistana ed era affiancato dai suoi testimoni.

Amatevi, dunque, e sposatevi con un click!

Cassazione, sentenza n. 15343/16, sezione Prima Civile, depositata il 25 luglio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...